KnaufKnauf

Referenza Knauf

Passivhaus

<< Torna indietro Nuovo edificio - Residenziale Uni / bifamiliari

Passivhaus - Chignolo D’Isola 

Efficienza energetica, comfort acustico, materiali bio-compatibili per migliorare la qualità della vita

 

Obiettivi

L'obiettivo pionieristico (correva l’anno 2000) era di realizzare per la prima volta a Bergamo un edificio energeticamente efficiente seguendo un protocollo specifico. All’epoca in Italia non c’erano ancora protocolli del genere, tipo l’attuale CasaClima e/o Cened, così la committente e realizzatrice Vanoncini Spa ha adottato quello delle case passive di Darmstadt realizzando, con la casa passiva di Chignolo d’Isola, il primo esempio di edificio passivo Italiano divenuto così paradigma delle costruzioni energeticamente efficienti, in particolare con la tecnica Struttura/Rivestimento S/R

Questo sistema è stato successivamente (nel 2007) certificato in classe A CasaClima.

Progetto

Il progetto, strutturato per un edificio composto da tre piani fuori terra che si dividono in quattro appartamenti indipendenti, rappresenta il primo caso di edificio passivo, ossia di immobile realizzato con tecniche progettuali e costruttive di involucri, solai e tetto tali da permettere isolamenti capaci di rendere nullo il fabbisogno di riscaldamento in inverno. Così, già in fase di progettazione sono state eliminate le caldaie, in favore di un impianto tecnologico di ricambio d’aria alimentato da pompe di calore e da un sistema fotovoltaico.

Il sistema costruttivo

L'edificio è stato costruito con tecnologie stratificate a secco, applicando in modo diffuso e coerente i principi Struttura/Rivestimento (S/R).

Interventi

Le chiusure opache sono iperisolate e a tenuta d’aria, mentre le finestre, a elevata resistenza termica, sono dotate di schermature mobili che consentono di regolare l’ingresso della radiazione solare diretta a seconda della stagione.

Attorno alla struttura portante, in acciaio laminato per le membrature verticali e per le travi portanti e in pressopiegato a freddo per quelle orizzontali dei solai tipo Steel Frame, sono stati realizzati due gusci indipendenti su sottostruttura leggera in acciaio zincato: uno esterno, di tenuta agli elementi atmosferici, e l’altro interno, a definire i volumi abitati.

Il completo disaccoppiamento fra gli involucri è la migliore garanzia di isolamento sia termico che acustico e nell’intercapedine hanno trovato posto i materassini isolanti e gli impianti.

Una novità costruttiva assoluta di questa realizzazione sono i solai a secco, realizzati con una parte statica molto leggera (circa 30 kg/mq di peso proprio), uno scudo termico all’intradosso, una stratificazione al calpestio all’estradosso del solaio  e rivestimento con pavilastre in anidrite, sulle quali sono stati posati tutti i pavimenti.

Soluzioni tecniche

Dal punto di vista energetico, l’edificio è adiabatico (esclude ogni flusso da e per l’edificio) e garantisce il comfort con un impegno impiantistico ridotto.

Grazie alle tecniche S/R, che danno leggerezza ed elasticità dei componenti (il peso dell’intera casa è di 99000 kg, pari ad 1/8 di una analoga in muratura) il processo di costruzione è stato molto rapido e con un impegno energetico nelle fasi di cantiere molto limitato. Addirittura, durante i lavori, non è stata usata acqua.

Gli impianti prevedono una ventilazione meccanica per fornire il necessario ricambio d’aria interno.

La regolazione finale di temperatura è garantita da un ventilconvettore per ogni appartamento, alimentato da acqua calda (in inverno) o fredda (in estate) prodotta da due pompe di calore reversibili aria – acqua. Le stesse pompe di calore, della potenza di 9,9 kW ciascuna, garantiscono anche la produzione di acqua calda sanitaria, sostituendo completamente l’impianto di combustione tradizionale.

Gli esterni sono stati realizzati con una struttura leggera, rivestita con lastre Knauf Aquapanel e rifinita con un ulteriore strato isolante posto a cappotto termico in EPS: Polistirene Espanso Sinterizzato. La finitura di facciata è stata realizzata con l’intonaco autopulente.

Il bilanciamento fra strategie energetiche, progettazione impiantistica e tecniche costruttive ha permesso di raggiungere sia il comfort interno che un livello di consumo, in configurazione di riscaldamento invernale, inferiore a 15 kWh/m2anno, pari a circa un decimo della media degli edifici esistenti in Lombardia. Questi dati non sono teorici bensì scaturiscono dal monitoraggio dell’edificio. La successiva certificazione Cened ha attestato un consumo invernale di 2,94 kWh/mq, in classe A+.

Estetica

La facciata sud dell’edificio ospita un campo fotovoltaico di 31 mq, che genera 3600 kWh di elettricità nell’arco di un anno, pari al 30% circa dell’assorbimento energetico delle pompe di calore.

Le facciate esterne sono rifinite in intonaco, lo zoccolo alla base è in pietra, la copertura in rame. L’edificio è una reinterpretazione moderna della tipologia delle case dei paesi di campagna, con ciascuna facciata che differisce, seppur con qualche affinità residua, dalle altre.

 

A cura di RGR



Informazioni Referenza
Anno completamento
2010
Proprietà
Vanoncini SpA
Progettista
Brandolini-Valdameri Studio di Architettura
Progettista
Ing. GianPietro Imperadori
Progettista
Ing. Massimo Silvestri
Impresa Edile
Vanoncini SpA

sistemi utilizzati
Sistema Aquapanel
Aquapanel - Controparete - Aquapanel Outdoor

documenti
Testo redazionale
Testo redazionale


Di seguito i Sistemi Knauf utilizzati per questa referenza

<
gennaio 2017 - gallery


VISUALIZZA ELENCO COMPLETO IMMAGINI

Alcune REFERENZE fra le più ricercate
Strutture scolastiche Nuovo edificio Bologna Casa della Musica, Pieve di Cento (Bologna) Obiettivi La progettazione di questo edificio si inserisce nel contesto della ricostruzione post terremoto in Emilia del 2012, in cui l’obiettivo era quello di costruire edifici completamente antisismici, come sottolineato anche dall’architetto Mario Cucinella all’inaugurazione della Casa della Musica avvenuta il 29 maggio 2017: “Dobbiamo immagin... Emilia-Romagna 14 Via Circonvallazione Levante, 63, 40066 Pieve di Cento BO 5 1 Acustica Isolamentotermico Design Bioedilizia Antisismica Antincendio 11/12/2017 11.08.47 09/07/2018 17.29.47 2017 0 1 1 1 1 1 Sistema Soffitti Casa della Musica a Pieve di Cento Bologna Emilia-Romagna Nuovo edificio Via Circonvallazione Levante, 63, 40066 Pieve di Cento BO Acustica Isolamentotermico Design Bioedilizia Antisismica Antincendio
Residenziale Uni / bifamiliari Nuovo edificio Napoli Parco Residenziale A. Calvanese – Frattamaggiore (Na) Nel territorio di Frattamaggiore, a pochissimi chilometri da Napoli, è stato realizzato un progetto edilizio che ha portato all’edificazione di 32 appartamenti (per un totale di 4000mq) e che ha preso il nome di “Parco Residenziale A. Calvanese”. Commissionato dalla Società Coop Florida I, il progetto ha previsto due edifici gemelli costruit... Campania 56 Frattamaggiore 1 1 09/03/2018 14.01.42 07/01/2019 9.46.47 2018 0 1 1 1 1 1 Pareti e Divisori - Sistema Sottofondi Parco Residenziale A. Calvanese - Frattamaggiore (Napoli) Napoli Campania Nuovo edificio Frattamaggiore
Residenziale - Condomini Recupero Milano Residenze via Orti 4, Milano Obiettivi Questo intervento aveva per obiettivo la trasformazione di un vecchio e fatiscente capannone industriale dei primi del ‘900 in un moderno edificio residenziale in classe A. In particolare si voleva esaudire le richieste di affitti brevi nel centro storico della città di Milano, offrendo appartamenti con elevati livelli di comfort. Progetto Partendo da una demolizione tot... Lombardia 54 via Orti 4 Milano 2 2 Acustica Isolamentotermico Design Bioedilizia Antisismica 15/11/2017 11.55.58 13/06/2019 10.38.59 2017 0 1 1 1 1 1 Pareti e Divisori - Pareti e Divisori - Sistema Soffitti - Sistema Soffitti - Sistema Sottofondi - Sistema Sottofondi - Sistema Isolamento Interni - Sistema Isolamento Interni - Pareti e Divisori - Sistema Aquapanel - Pareti e Divisori Ristrutturazione palazzina residenziale privata in via Orti 4 a Milano Milano Lombardia Recupero via Orti 4 Milano Acustica Isolamentotermico Design Bioedilizia Antisismica
Installazioni e progetti particolari Nuovo edificio Venezia Mostra d’Arte Maximum Minimum di Alighiero Boetti Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia In occasione della 57° Biennale d'arte di Venezia, Knauf è tornata a impegnarsi per sostenere l’arte e la creatività supportando la Fondazione Giorgio Cini nella celebrazione di Alighiero Boetti. Knauf è stata infatti sponsor e partner tecnico della grande mostra Maximum/Minimum che si... Veneto 100 Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia 14 1 Acustica Isolamentotermico 28/07/2017 10.19.09 11/07/2018 12.32.56 2017 0 1 1 1 1 1 Pareti e Divisori Mostra d'Arte Maximum/Minimum Venezia Veneto Nuovo edificio Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia Acustica Isolamentotermico

KNAUF di Knauf S.r.l. S.a.s.

  • P.iva 02470860269
    Via Livornese 20
    56040 Castellina Marittima (PI)

    Tel. 050 69211 - Fax 050 692301
    E-mail: knauf@knauf.it