KnaufKnauf

Referenza Knauf

Scuola Nikolajewka - Brescia

<< Torna indietro Recupero - Strutture sanitarie
L'edificio sede della Fondazione Nikolajewka a Brescia inaugurato nel 1984 nacque dalla volontà degli Alpini e dell'Associazione Nazionale Alpini (Ana) di celebrare la battaglia di Nikolajewka del 26 Gennaio 1943 attraverso l'erezione di un monumento che avesse sia un carattere duraturo che un significato più profondo.

Per questo vi venne fondata la “Scuola di mestieri per spastici e miodistrofici” simbolo della solidarietà e dell’altruismo nei confronti dei più deboli e sofferenti.

Il plesso, ampliato nel 1988, si componeva di due torri collegate al piano terra dai corpi bassi. La Torre Frau (4 piani fuori terra) e la Torre d'Ercole (3 piani fuori terra) ospitavano funzioni di degenza, mentre le attività della scuola erano distribuite essenzialmente all'interno dei corpi bassi dove si svolgevano tutte le attività diurne. Attraverso un corridoio centrale i corpi bassi continuano a fungere anche da collegamento tra i diversi edifici.

Dopo oltre trent’anni dalla sua costruzione, il complesso ha ricevuto un importante intervento di ristrutturazione e ampliamento con l’obiettivo di adeguare l’intera struttura ai moderni standard e migliorarne anche l’efficienza gestionale ed energetica.

Il progetto ha previsto quindi la realizzazione di un nuovo edificio - ricavato dagli spazi occupati da un parcheggio - in aderenza al fronte sud-est della Torre d’Ercole e sua naturale estensione, oltre alla ristrutturazione di tutti i piani della Torre d’Ercole, che si interfacciano con la nuova realizzazione. Questi interventi hanno permesso l’unificazione dell’RSD in un unico edificio con 60 posti letto complessivi (distribuiti su due piani ciascuno di 1.020 m2), la suddivisione dei servizi tra le unità d’offerta CDD e RSD, prima parzialmente promiscua, la creazione di un unico ambiente mensa a ridosso della Torre d’Ercole, il posizionamento della cucina e della dispensa al centro dell’ampliamento e il trasferimento degli ambulatori e di alcuni uffici lungo il fronte sud di esso.

Inoltre, al piano interrato che ha una superficie lorda di circa 2.040 mq, sono stati collocati i posti auto in sostituzione e ampliamento del precedente parcheggio a raso, oltre ai locali impiantistici e ai depositi a servizio della struttura. Fra i vari interventi sono state realizzate anche una bussola e una pensilina in acciaio e vetro in corrispondenza dell’ingresso principale dell’Unità Frau, sono stati inseriti elementi decorativi sulla facciata, sostituiti e integrati gli elementi di lattoneria e raccordo (che hanno migliorato e corretto i punti critici di tenuta all’acqua), realizzata una zoccolatura a terra e aggiornati gli elementi impiantistici.

Per valorizzare la vista del panorama le porzioni libere di copertura del piano terra sono state progettate per ospitare un tetto verde di tipo intensivo che, oltre ai vantaggi a carattere tecnologico, crea una continuità paesaggistica con il verde circostante a favore di un beneficio psicologico degli utenti. Il tetto giardino è stato poi dotato anche di lucernari a cupola collocati nelle porzioni nord e sud per incrementare l’illuminazione diffusa degli ambienti sfruttando al massimo la luce solare ed evitando al contempo fastidiosi fenomeni di abbagliamento.

Per adeguare l’edificio ai moderni standard energetici e funzionali sono stati installati sulla copertura della Torre Frau tre campi di pannelli solari termici sottovuoto ed è stato realizzato un sistema a cappotto che ha coinvolto l’intero involucro della scuola. Questa tipologia costruttiva ibrida di tipo struttura/rivestimento è stata scelta perché permette il contenimento dei consumi energetici, la riciclabilità dei componenti, la velocità di costruzione e l’ottimizzazione delle attività di manutenzione.

Ciò ha permesso di realizzare un involucro “iperisolato” costituito da componenti leggeri, installati attraverso sequenze ottimizzate di materiali funzionalmente specializzati, composto da spessi e diversificati strati isolanti che hanno permesso di conseguire elevatissime prestazioni termo-acustiche.

Per realizzare il progetto sono state utilizzate numerose tecnologie e soluzioni Knauf per l’edilizia a secco, a partire dall’involucro esterno per il quale è stato utilizzato per circa 1.600 m2 il Sistema Involukro Knauf costituito dal sistema Aquapanel e dal sistema Cappotto termico.

La parete di tamponamento è stata realizzata con il sistema Knauf W388+1 con due serie di orditure metalliche parallele distanziate di 130 mm e realizzate con profili Knauf serie E in acciaio zincato e rivestimento esterno in lastre di cemento rinforzato Aquapanel Outdoor.

Il rivestimento interno è stato realizzato con un doppio strato di lastre; la prima interna in gesso rivestito Knauf GKB+B.V dello spessore di 12,5 mm e la seconda a vista in gessofibra Knauf Vidiwall dello spessore di 12,5 mm, entrambe in classe di reazione al fuoco A2, s1-d0.

Il rivestimento sul lato interno dell’orditura è stato realizzato invece con una singola lastra in gesso rivestito Knauf GKB di spessore 12,5 mm. Nell’intercapedine fra le due orditure è stato inserito uno strato di materiale isolante Knauf Ekovetro R in lana di roccia con spessore totale 100 mm e densità di 17 kg/m3, mentre sul lato esterno i pannelli Knauf Isoroccia 110 in lana di roccia con spessore 80 mm e densità 110 kg/m3. Sul supporto costituito dalle lastre Aquapanel Outdoor è stato infine applicato mediante tasselli il sistema Cappotto Termico Knauf con knauf pannelli termoisolanti EPS 100 in polistirene espanso di spessore 120 mm.

Per quanto riguarda le pareti interne sono state inserite nel progetto diverse soluzioni Knauf in base alla collocazione. Per circa 3.200 m2 è stato scelto il Sistema Knauf W 112 proposto con vari rivestimenti. Per alcune pareti come per esempio quelle fra camere e corridoi è stata scelta la soluzione a orditura metallica con profili Knauf serie E, rivestimento in lastre di gesso rivestito Knauf GKB e gessofibra Vidiwall (a vista sul lato camera) e Vidifire (a vista sul lato corridoio) dello spessore totale di circa 167 mm. Nell’intercapedine è stato inserito uno strato di isolante Isoroccia 70 di spessore 80 mm.

Nelle pareti divisorie fra corridoi e cucina, per il lato di quest’ultima è stata aggiunta una terza lastra, scegliendo Knauf Aquapanel Indoor per le sue elevate prestazioni di resistenza alle sollecitazioni meccaniche e resistenza all’acqua. L’isolamento di questa parete è garantito da un doppio strato (45+45 mm) di isolante in lana di vetro Knauf Knauf Ekovetro P.

Per le pareti interne che interessano i bagni è stata scelta la soluzione Knauf W112 con una stratigrafia simile alla precedente che prevede sul lato bagno una prima lastra GKB e una seconda a vista Aquapanel Indoor, mentre sul lato del corridoio una doppia lastra di rivestimento in gesso rivestito Knauf Ignilastra GKF antincendio dello spessore di 15 mm in classe di reazione al fuoco A2, s1-d0 e un terzo strato di rivestimento a vista in gesso rivestito con Knauf F-Zero incombustibile antincendio dello spessore di 15 mm e in classe A1 di reazione al fuoco.

Per le pareti divisorie fra bagni e camere sono stati impiegati 450 m2 di sistema Knauf W116 dello spessore totale di circa 310 mm caratterizzato da un’orditura metallica con una doppia serie di profili distanziati di minimo 110 mm per permettere il passaggio degli impianti e così rivestiti; a contatto con l’orditura da entrambi i lati una prima lastra di rivestimento GKB, mentre a vista lato camera una lastra Knauf Vidiwall e a vista lato bagno una lastra Aquapanel Indoor. Anche in questo caso in entrambe le intercapedini in ciascuna orditura è stato inserito uno strato di isolante in lana di vetro Knauf Ekovetro P. Sul lato del bagno è stato inoltre installato un telaio di supporto per i sanitari.

Le soluzioni Knauf sono state utilizzate anche per realizzare delle contropareti e in particolare quelle dei vani scala per le quali è stata scelta la soluzione Knauf W623 caratterizzata da un’orditura a collegamento e rivestimento su un solo lato realizzato con una lastra in gesso rivestito GKB accoppiata a una in gessofibra Vidifire a vista lato corridoio. Nell’intercapedine è stato inserito un pannello in lana di vetro Knauf Ecovetro P di spessore 45 mm. Grande attenzione è stata posta anche ai soffitti per i quali si è scelto di rivestire i solai delle camere per un totale di circa 2050 m2 con un controsoffitto in aderenza Knauf D111 di spessore 50 mm realizzato con lastre in gesso rivestito F-Zero incombustibile di spessore 12,5 mm su orditura metallica singola con profili della serie E di Knauf.

Infine, particolare attenzione è stata prestata al soffitto della mensa dove le peculiarità dell’ambiente hanno richiesto l’installazione di un controsoffitto modulare ispezionabile in gesso alleggerito su orditura seminascosta Knauf Sofipan modello Canova Acustic. L’orditura metallica è stata realizzata con la serie Knauf KS38 linea 24 S in lamiera d’acciaio zincata e verniciata a norma UNI EN 13964. Si tratta di un sistema di orditure metalliche che è completamente smontabile e in classe di reazione al fuoco Euroclasse A1. I pannelli Sofipan sono di dimensioni 600x600 mm e spessore 200 mm ai quali è stato aggiunto un pannello isolante in lana di roccia di 10 mm.

Rgr comunicazione


Informazioni Referenza
Anno completamento
2019
Proprietà
COOPERATIVA SOCIALE NIKOLAJEWKA ONLUS
Progettista
AIACE srl Società di ingegneria
Progettista
AIACE srl Società di ingegneria
Progettista
BRESCIA PROGETTI srl
Applicatore
Vanoncini spa
Impresa Edile
Ediltre S.r.l.
Altro
AIACE srl Società di ingegneria
Altro
AIACE srl Società di ingegneria
Altro
BRESCIA PROGETTI srl
Altro
Eco Therm S.r.l.
Altro
S.E.I.T. S.r.l.
Altro
SIE Brescia S.r.l.
Altro
Vanoncini spa

sistemi utilizzati
Sistema Aquapanel
PARETE W388+1
Pareti e Divisori
PARETE W112
Pareti e Divisori
PARETE W116
Pareti e Divisori
CONTROPARETE W623
Pareti e Divisori
CONTROPARETE W626
Sistema Soffitti
SOFFITTO D111
Sistema Soffitti
SOFIPAN CANOVA


Di seguito i Sistemi Knauf utilizzati per questa referenza

<
giugno 2019 - LAVORI FINITI


VISUALIZZA ELENCO COMPLETO IMMAGINI

Alcune REFERENZE fra le più ricercate
Residenziale - Condomini Recupero Bergamo Il quartiere Verdellino, ex simbolo del degrado a Zingonia in provincia di Bergamo, è stato protagonista di un innovativo intervento di riqualificazione che ha coinvolto ben 8 condomini che ospitano circa 600 persone. L’intervento è stato reso possibile grazie al bonus 110% e ha visto un investimento totale di 27 milioni di euro. I lavori sono iniziati nella primavera del 2021 e nell’estate del 2023 sono stati terminati ... Lombardia 12 Corso Asia 1 2 2 04/09/2023 11.11.09 03/10/2023 11.35.34 2023 0 1 1 1 1 1 Sistema Soffitti - Sistema Isolamento Interni - Sistema Aquapanel Verdellino (Bg) - Riqualificazione energetica Bergamo Lombardia Recupero Corso Asia 1
Residenziale Uni / bifamiliari Recupero Bergamo OBIETTIVI RenovActiV-ITA rappresenta un'innovazione rivoluzionaria nel settore dell'edilizia residenziale in Italia, introducendo il primo progetto di riqualificazione certificata Active House nel nostro Paese. L'approccio Active House si basa su tre principi fondamentali: comfort, energia e ambiente. Gli obiettivi dell’intervento, realizzato su un edificio residenziale a Brembate di Sopra (BG), sono stati: la riqual... Lombardia 12 Via Don G. Gotti 11 – Brembate di Sopra BG 1 2 12/06/2024 9.48.16 17/06/2024 13.20.09 2022 0 1 1 1 1 1 Sistema Soffitti - Pareti e Divisori - Sistema Aquapanel RenovActiv-ITA - Brembate di Sopra Bergamo Lombardia Recupero Via Don G. Gotti 11 – Brembate di Sopra BG
Strutture scolastiche Nuovo edificio Bologna L’edificio che accoglie le scuole primaria e secondaria Carracci di Bologna è il frutto di una demolizione di una scuola esistente ormai abbandonata e della ricostruzione con l’obiettivo di ottenere spazi modulari e flessibili e contemporaneamente raggiungere prestazioni strutturali e di eco-sostenibilità di alto livello. Agli impianti che utilizzano fonti rinnovabili sono stati affiancati infatti sistemi alternativ... Emilia-Romagna 14 Via Felice Battaglia 5 1 28/12/2023 16.41.48 06/03/2024 9.54.22 2024 0 1 1 1 1 1 Pareti e Divisori - Pareti e Divisori - Sistema Antincendio - Sistema Soffitti - Sistema Soffitti - Sistema Isolamento Interni - Sistema Aquapanel Scuole Carracci - Bologna Bologna Emilia-Romagna Nuovo edificio Via Felice Battaglia
Locali pubblici e ristoranti Recupero Livorno La copertura della biblioteca del Centro Culturale Le Creste di Rosignano, in provincia di Livorno, è stata oggetto di un intervento di riqualificazione a dieci anni dalla sua inaugurazione. L’originaria copertura a verde garantita da circa 9mila presse di paglia aveva dato infatti problemi con frequenti infiltrazioni di acqua piovana. Per risolvere totalmente e definitivamente il problema, Il Comune di Rosignano ha deciso di ri... Toscana 46 Rosignano Marittimo 6 2 26/09/2023 11.21.07 26/09/2023 12.34.55 2023 0 1 1 1 1 1 Sistema Aquapanel Biblioteca - Rosignano Marittimo Livorno Toscana Recupero Rosignano Marittimo
cww trust seal

KNAUF di Knauf S.r.l. S.a.s.

Via Livornese 20
56040 Castellina Marittima (PI)
P.iva 02470860269
Cod. Fisc. 00050890524
Cod. Dest. SDI CS8NOAM
Tel. 050 692201
Fax 050 692301
[email protected]

KNAUF di Knauf S.r.l. S.a.s.

Via Livornese 20 56040 Castellina Marittima (PI)
P.iva 02470860269
Cod. Fisc. 00050890524
Cod. Dest. SDI CS8NOAM
Tel. 050 692201 - Fax 050 692301
[email protected]
Note Legali / Privacy
Cookie

Seguici sui social




Note Legali / Privacy
Cookie